Search
Close this search box.

Nove domande per scegliere la testa di lavaggio giusta

Magazine, PNR Service Lab

Com’è fatta la tanica da pulire?
Qual è lo sporco da rimuovere?

In passato abbiamo già parlato di come scegliere una testa di lavaggio, quali sono le loro principali applicazioni e tipologie. Ma quali sono nel pratico le domande da porsi prima di scegliere una testa di lavaggio

La scelta del dispositivo appropriato per la pulizia delle taniche coinvolge molti fattori. Tuttavia, se si tiene in considerazione l’applicazione di pulizia e le possibili variabili, il processo condurrà di sicuro ad una scelta appropriata.

Quali sono nel pratico le domande da porsi prima di scegliere una testa di lavaggio?

Scopri le 10 domande più mirate

Abbiamo raccolto 9 delle domande che ci si deve porre per scegliere la giusta testa di lavaggio. Quando si seleziona il dispositivo di pulizia, è importante porsi queste 9 domande, per selezionare con sicurezza la giusta soluzione: 

DOMANDA 1:
COM'È FATTA LA TANICA DA PULIRE?

La dimensione e le caratteristiche del serbatoio o della tanica costituiscono un fattore importante nel determinare il tipo e la quantità di dispositivi di pulizia richiesti. 

DOMANDA 2:
QUAL È LO SPORCO DA RIMUOVERE?

Perché è richiesta la pulizia del serbatoio o della tanica? Potrebbe sembrare una domanda banale ma è importante porsela per prevenire la contaminazione incrociata, per decidere se procedere con una sterilizzazione o per la manutenzione, il recupero del prodotto, ecc.

Come semplice esempio, si consideri la rimozione del metanolo rispetto alla rimozione del lattice dalle superfici interne di una tanica.
Il metanolo può essere rimosso con una semplice cascata del fluido sulle superfici con testa di lavaggio fissa o rotante, in base alle dimensioni e alla capacità del serbatoio. Al contrario, nel caso del lattice, se si utilizzasse una semplice testa di lavaggio fissa o rotante la pulizia andrebbe avanti troppo a lungo. In questo caso sarebbe più efficace utilizzare una testa di lavaggio ad alto impatto. 

DOMANDA 3:
QUAL È LA SUPERFICIE DA PULIRE?

Anche il materiale con cui è realizzata la tanica ha la sua importanza. In relazione alla resistenza all’attrito della superficie nei confronti dei mezzi di pulizia e alla sua capacità di assorbire il prodotto, i recipienti in acciaio inossidabile elettro lucidato e smaltati sono superfici molto più facili da pulire rispetto all’acciaio al carbonio o ad alcuni tipi di serbatoi rivestiti. Anche la condizione del rivestimento può essere un fattore capace di influire sul rendimento della sfera di lavaggio. 

DOMANDA 4:
IL LAVAGGIO È PER IL SETTORE ALIMENTARE O FARMACEUTICO?

I dispositivi per la pulizia nei settori alimentari e farmaceutici, nella maggior parte dei casi, sono più elaborati e utilizzeranno più liquido rispetto ad un lavaggio in altri settori. 

Hai domande su un prodotto o hai bisogno di una
consulenza personalizzata?

DOMANDA 5:
QUALI APERTURE CI SONO NELL’IMPIANTO PER L’INSTALLAZIONE DEL DISPOSITIVO DI PULIZIA?

Nel caso di nuovi impianti o apparecchiature, questa considerazione è meno stringente perché è possibile effettuare una revisione del progetto prima della costruzione e determinare le migliori soluzioni per la pulizia. Nel caso di apparecchiature esistenti, la posizione desiderata per il dispositivo di pulizia potrebbe non essere disponibile. Ciò influirà sul dispositivo selezionato e sui suoi parametri operativi.

DOMANDA 6:
QUANTO TEMPO SI PUÒ DEDICARE ALLA PULIZIA DELLE TANICHE?

Poiché i requisiti di processo e produzione sono un fattore primario, è importante prendere in considerazione la velocità con cui il dispositivo o i dispositivi selezionati puliranno i serbatoi per evitare fermi di produzione.

DOMANDA 7:
È NECESSARIO CHE LA TESTA DI LAVAGGIO SIA INSTALLATA IN MODO PERMANENTE?

La testa di lavaggio sarà differente se si vuole un sistema di pulizia fisso (Clean In Place) o rimuovibile. Ad esempio, se il dispositivo viene utilizzato per la pulizia e poi rimosso non è necessario che sia autopulente, perché la manutenzione della testa di lavaggio sarà effettuata quando non è in funzione.

DOMANDA 8:
QUAL È IL BUDGET?

Il costo dei dispositivi di pulizia e dei sistemi associati per la pulizia può costare da poche centinaia fino a migliaia di euro. L’acquisto della testa di lavaggio è solo una parte del costo da considerare. Se vengono selezionati il sistema e il dispositivo di pulizia adeguati, i risparmi operativi possono tradursi in un favorevole ritorno sull’investimento. 

DOMANDA 9:
QUALI SONO I PARAMETRI OPERATIVI?

La pressione, le portate, le velocità di evacuazione del serbatoio, i mezzi di pulizia, le temperature di esercizio sono tutti fattori da considerare per scegliere la giusta testa di lavaggio. 

Articoli correlati

Nuovo prodotto | Rotosh, lavaggio barrique e tonneau

Rotosh è il la soluzione per lavare barrique e tonneau Il dispositivo di lavaggio Rotosh è la soluzione ideale per il lavaggio efficiente di barrique e tonneau. Rispondente alla Direttiva CE, offre prestazioni affidabili e risultati impeccabili ed è in...

Ugelli spruzzatori industriali: tre problemi e tre soluzioni 

Risoluzione dei problemi comuni degli spruzzatori nell’industria: una guida completa Gli ugelli spruzzatori sono componenti importantissimi in vari settori industriali, dall’agricoltura alla produzione di carta, passando per l’industria chimica.  Garantiscono l’applicazione precisa di liquidi, come acqua, sostanze chimiche e rivestimenti,...

Cinque domande da fare sui filtri per ugelli

Migliora le prestazioni degli ugelli spruzzatori con i filtri Gli ugelli sono essenziali in vari settori industriali, dall’agricoltura alla manifattura, dove l’applicazione precisa di liquidi o sostanze chimiche è cruciale. Tuttavia, la loro efficacia può essere compromessa senza una filtrazione...

UB3 A, la testa di lavaggio rotante con certificazione 3-A

Un nuovo prodotto per garantire la pulizia e l’igiene nei processi di produzione alimentare La testa di lavaggio rotante UB3 A è un dispositivo di lavaggio certificato 3-A 78-03, cioè secondo la norma statunitense che regola la progettazione e la produzione...