Search
Close this search box.

Manutenzione estiva di un sistema di spruzzatura | Cinque consigli

Magazine, PNR Service Lab

Sfrutta il periodo estivo per fare manutenzione al tuo impianto di spruzzatura sfruttando i nostri consigli

L’estate è generalmente il periodo in cui molti dei nostri clienti effettuano le operazioni di manutenzione e pulizia. 

Gli ugelli sono spesso dispositivi di ridotte dimensioni e rappresentano un piccolo componente in un sistema più grande. Non per questo però la loro importanza è da sottovalutare.

Infatti, gli ugelli che non vengono mantenuti correttamente possono causare danni a qualsiasi sistema e i costi associati possono essere alti, sia in termini ambientali per il pianeta sia in termini economici per l’azienda.

In questo articolo vediamo insieme 5 accorgimenti da mettere in pratica per effettuare una buona manutenzione degli ugelli. 

Cinque consigli per una manutenzione estiva ottimale:

1 | Pulire regolarmente gli ugelli

Anche se molte operazioni di pulizia vengono effettuate principalmente in estate durante la chiusura stagionale, consigliamo di mantenere alto il livello di pulizia nel sistema di spruzzatura durante tutto l’anno.

Quando si procede alla pulizia, gli ugelli devono essere puliti solo con strumenti adatti o con prodotti approvati per il tipo di materiale di cui sono composti. Se puliti nel modo scorretto, l’orifizio degli ugelli e i loro componenti possono essere facilmente danneggiati, influendo negativamente sulle prestazioni dell’ugello, distorcendo il pattern di spruzzo e aumentandone la capacità. In caso di problemi di intasamento ostinati, suggeriamo di immergere l’orifizio ostruito in un detergente chimico non corrosivo per ammorbidire o sciogliere la sostanza intasante.


MECCANISMI DI INCROSTAZIONE NEGLI UGELLI

Molte sostanze utilizzate nei sistemi di spruzzatura possono creare depositi secondo diversi meccanismi in base alla composizione del liquido spruzzato. Ad esempio, prodotti che generano biofilm o residui viscosi spruzzati da ugelli posizionati in orizzontale potrebbero generare incrostazioni di notevole durezza durante la pausa estiva, alterando le prestazioni del sistema di spruzzatura alla ripresa delle attività. 

TIPOLOGIA DI INCROSTAZIONEDETTAGLI
CristallizzazioneFormazione di cristalli sulla superficie interna dell’ugello formati da soluzioni di sostanze disciolte nel liquido spruzzato.
Deposito di particolatoPiccole particelle sospese come argilla, limo o ossido di ferro possono depositarsi sulle superfici interne degli ugelli.
Crescita biologicaIl deposito e la crescita di film organici costituiti da microrganismi e dai loro prodotti, chiamati biofilm.
Reazione chimica del contatto tra fluido e superficieReazione di una parte del liquido con il materiale di cui è costituito l’ugello. Il deposito formato sulla superficie
ha una composizione diversa rispetto al fluido di processo
CorrosioneIl materiale della superficie è coinvolto nelle reazioni con i componenti del fluido per formare prodotti fino alla corrosione,
un tipo specifico di incrostazione di reazione chimica.
CongelamentoDeposito formato da uno strato congelato del fluido di processo, ad esempio ghiaccio dall’acqua o grassi solidi da un fluido alimentare.

2 | Monitorare le perfomance degli ugelli (e sostituirli nel caso di usura!)

Un ugello può deteriorarsi gradualmente a causa di abrasione e, man mano che ciò si verifica nel tempo, l’orifizio o il passaggio interno si allarga causando una distorsione nel pattern di spruzzo. Questo comporta un flusso maggiore e quindi anche un maggiore consumo d’acqua, con perdite in termini economici per l’azienda ma anche ambientali per il pianeta. Nel caso in cui si verificasse questa eventualità, suggeriamo di procedere alla sostituzione del pezzo.

3 | Aggiungere un filtro

La fonte di liquido utilizzata per la spruzzatura può contenere particolato, sporco o altri minerali, che possono ostruire l’orifizio e causare un deterioramento prematuro degli ugelli.
Per questo motivo consigliamo l’utilizzo di un filtro con una maglia di rete adeguata alla dimensione dell’impianto che impedisca l’ingresso di particolato nell’ugello.

4 | Sostituire l'ugello scegliendo un altro materiale

Se un ugello è esposto a temperature estreme, a condizioni ambientali avverse o spruzza liquidi corrosivi, è consigliabile considerare di sostituirlo con uno realizzato con un materiale più resistente.

Ugelli realizzati con materiali duri con un rapporto di resistenza all’abrasione più elevato, come il carburo di tungsteno, tendono ad avere una vita più lunga. Altri materiali per ugelli, come PTFE o PVDF, funzioneranno meglio per applicazioni con prodotti chimici corrosivi e possono prolungare la durata dell’ugello. 

5 | Schedulare degli interventi di manutenzione regolari

Consigliamo di pianificare degli interventi di ispezione e manutenzione regolari degli impianti di spruzzatura durante tutto l’anno.
Durante questi interventi consigliamo di monitorare questi fattori: 

a | CONTROLLARE L’ALLINEAMENTO DEGLI UGELLI

b | ISPEZIONARE EVENTUALI DANNI AGLI UGELLI

c | CONTROLLARE LA QUALITÀ DEL PATERN DI SPRUZZO

d | MONITORARE LE VARIAZIONI DI PORTATA

Hai domande su un prodotto o hai bisogno di una
consulenza personalizzata?

Articoli correlati

Nuovo prodotto | Rotosh, lavaggio barrique e tonneau

Rotosh è il la soluzione per lavare barrique e tonneau Il dispositivo di lavaggio Rotosh è la soluzione ideale per il lavaggio efficiente di barrique e tonneau. Rispondente alla Direttiva CE, offre prestazioni affidabili e risultati impeccabili ed è in...

Ugelli spruzzatori industriali: tre problemi e tre soluzioni 

Risoluzione dei problemi comuni degli spruzzatori nell’industria: una guida completa Gli ugelli spruzzatori sono componenti importantissimi in vari settori industriali, dall’agricoltura alla produzione di carta, passando per l’industria chimica.  Garantiscono l’applicazione precisa di liquidi, come acqua, sostanze chimiche e rivestimenti,...

Cinque domande da fare sui filtri per ugelli

Migliora le prestazioni degli ugelli spruzzatori con i filtri Gli ugelli sono essenziali in vari settori industriali, dall’agricoltura alla manifattura, dove l’applicazione precisa di liquidi o sostanze chimiche è cruciale. Tuttavia, la loro efficacia può essere compromessa senza una filtrazione...

UB3 A, la testa di lavaggio rotante con certificazione 3-A

Un nuovo prodotto per garantire la pulizia e l’igiene nei processi di produzione alimentare La testa di lavaggio rotante UB3 A è un dispositivo di lavaggio certificato 3-A 78-03, cioè secondo la norma statunitense che regola la progettazione e la produzione...