STEEL INDUSTRY

Si può migliorare il processo di abbattimento polveri nell’industria metallurgica?

Scopri come PNR Italia ha sviluppato un sistema di abbattimento polveri per l’industria metallurgica e nello specifico per quella della produzione d’acciaio.

Si può migliorare il processo di abbattimento polveri nell’industria metallurgica?

Scopri come PNR Italia ha sviluppato un sistema di abbattimento polveri per l’industria metallurgica e nello specifico per quella della produzione d’acciaio.

SCENARIO SETTORIALE

La produzione mondiale di acciaio grezzo per i 64 paesi che riferiscono alla World Steel Association (worldsteel) è stata di 158,3 milioni di tonnellate (Mt) nel novembre 2020, con un aumento del 6,6% rispetto a novembre 2019[1]. Inoltre, in Italia, nel 2018 la produzione di acciaio è aumentata del’1,9% rispetto all’anno precedente[2].

Parte di questa produzione è condotta con l’ausilio dell’Electric Arc Furnace (Eaf) cioè il Forno elettrico ad arco. Questo processo di produzione dell’acciaio produce polveri di scarto difficilmente gestibili, in quanto, definite come rifiuto pericoloso da sottoporre quindi a trattamento speciale tramite un impianto di abbattimento delle polveri.

PNR da anni propone ugelli e soluzioni specifiche per l’industria metallurgica e nello specifico anche per l’abbattimento polveri.

Per un efficace abbattimento di polveri è necessario conoscere con precisione la granulometria dei prodotti da abbattere. La necessità di abbattere le polveri generate nel corso del processo produttivo viene soddisfatta con varie gamme di ugelli, in funzione del tipo di attacco richiesto, della tipologia di spruzzo e della portata.

1 November 2020 crude steel production – World Steel Association
2 “Bilanci d’Acciaio 2019”. Ufficio Studi siderweb

La produzione mondiale di acciaio grezzo per i 64 paesi che riferiscono alla World Steel Association è stata di 158,3 milioni di tonnellate (Mt) nel novembre 2020, con un aumento del 6,6% rispetto a novembre 2019.

IL PROBLEMA DEL CLIENTE

Nel caso specifico proposto a PNR avevamo una vasca di conferimento scarti di circa 8 metri per 9 e profonda 2. La vasca aveva sul fondo una griglia che garantiva la defluizione del liquido utilizzato per l’abbattimento delle polveri ed un sistema di tubazioni che correvano sui due lati lunghi e su quello corto della vasca.

PNR ha quindi effettuato uno studio di copertura della vasca in modo che tramite il corretto posizionamento, tipologia e dimensionamento di ugelli specifici, le polveri potessero essere abbattute in modo uniforme su tutta la superficie della vasca.

PIANTA
Vasca di conferimento scarti

SEZIONE A-A’
Vasca di conferimento scarti

LEGENDA
• vasca di conferimento scarti
• spruzzo
› ugello

LA SOLUZIONE PROPOSTA DA PNR

La soluzione proposta da PNR è un sistema di ugelli per l’abbattimento delle polveri composto da 5 ugelli per lato della vasca per un totale di 10 ugelli disposti sui due lati lunghi opposti. Nello specifico, gli ugelli individuati sono ugelli in acciaio inossidabile della serie E con un angolo di deflessione di getto di 90°, un diametro convenzionale di orifizio di 4mm ed una portata di 156lmp a 3 bar.

I VANTAGGI

La soluzione proposta da PNR ha permesso un’ottimale copertura della superficie della vasca di conferimento scarti, assicurando un abbattimento delle polveri uniforme sull’area interessata.