STEEL INDUSTRY

È possibile risparmiare acqua scegliendo il materiale corretto per un ugello?

Allungare la vita operativa di un ugello garantisce risparmio in termini economici ed ambientali.

È possibile risparmiare acqua scegliendo il materiale corretto per un ugello?

Allungare la vita operativa di un ugello garantisce risparmio in termini economici ed ambientali.

Utilizzare degli ugelli adatti all’attività che si compie e quindi con performances ottimali è sicuramente garanzia di alta qualità ma anche di risparmio energetico e idrico. Proprio così: utilizzare un ugello dalle scarse performances avrà dei costi altissimi a lungo termine, in termini economici ma anche ambientali.

Selezionare il materiale più adatto per un ugello è di primaria importanza, poiché la durata operativa di un ugello dipende anche dal materiale con cui è costruito.

Quali sono i fattori che influiscono sulla durata della vita di un ugello?

Un ugello può deteriorarsi gradualmente a causa di abrasione e, man mano che ciò si verifica nel tempo, l’orifizio o il passaggio interno si allarga. Questo comporta un flusso maggiore e quindi anche un maggiore consumo d’acqua, con perdite in termini economici per l’azienda ma anche ambientali per il pianeta.

Quali sono i materiali a nostra disposizione per ugelli, teste di lavaggio ed atomizzatori?

La scelta del materiale dipende direttamente dalle condizioni di funzionamento, ovvero dalla pressione, dalla temperatura, dal tipo di fluido utilizzato ed infine dal tipo di connessione necessaria. Vi proponiamo un elenco dei principali materiali a vostra disposizione. Il nostro ufficio commerciale vi saprà comunque indirizzare ed aiutare della scelta del materiale più adatto alla vostra applicazione.

OTTONE

È una lega di rame e zinco, fonde a poche centinaia di gradi, ha bassa durezza e ottima lavorabilità. È il materiale più diffuso per applicazioni a pressione normale (quella dell’acquedotto, che non richiede l’impiego di una pompa), non ha limiti di temperatura fino a circa 100 °C.

BRONZO

È una lega di rame e stagno, con elevata durezza e resistenza all’atmosfera marina. Viene utilizzato per particolari applicazioni navali e componenti antincendio.

ACCIAIO INOSSIDABILE

È una lega di ferro e carbonio, con l’aggiunta di elementi quali cromo, nickel, molibdeno, vanadio, titanio. Gli acciai più diffusi nel nostro settore vanno dal 303 fino al 316L. Quest’ultimo è quello impiegato per applicazioni speciali, grazie alla maggiore durezza e resistenza all’erosione ma soprattutto per la resistenza agli attacchi chimici. Le varie tipologie di acciaio presentano diversi gradi di saldabilità, dal 303 poco saldabile fino al 304 e 316L che permettono saldature di ottima qualità e tenuta e sono quindi gli acciai usati per impieghi alimentari.

SUPERLEGHE

Sono delle tipologie speciali di acciai inossidabili, in cui le percentuali di cromo, molibdeno, nickel ed altri elementi di lega pregiati sono molto più alte che negli inossidabili e garantiscono prestazioni eccezionali in ambienti molto ostili e con gravi rischi di corrosione. Tra queste i vari gradi di Hastelloy, Incolloy, SAF 205 etc.

TITANIO

È un materiale che presenta notevoli proprietà meccaniche ed una grande leggerezza. Molto resistente alle aggressioni chimiche, durezza modesta.

MATERIE TERMOPLASTICHE

Sono quelle materie plastiche che possono essere fuse ad alta temperatura e stampate con una pressa ad iniezione ed uno stampo. Tra le più usate per ugelli il cloruro di polivinile (PVC), polipropilene (PP), Il fluoruro di polivinilidene (PVDF), che presentano ciascuno delle specifiche caratteristiche di resistenza a temperatura e aggressione chimica. La scelta del materiale più adatto viene decisa in base al materiale usato nelle altre parti dell’impianto, quali tubazioni e valvole.

TEFLON

Il teflon (politetrafluoroetilene – PTFE) è una materia plastica che non può essere fusa e stampata per iniezione, ma viene sinterizzata sotto pressione. Il teflon è un materiale molto pregiato, dal momento che non può essere attaccato da nessun prodotto chimico tra quelli comunemente presenti nei normali processi industriali. Di contro, le sue caratteristiche di durezza e resistenza a temperatura sono abbastanza basse.

Proprietà meccaniche dei materiali

Resistenza alla corrosione

MaterialeResistenza alla corrosione
AISI 302Buona: sensibile alla corrosione integranulare per un riscaldamento e raffreddamento lento nella range di temperatura 450-900 ° C;
AISI 303Discreta;
AISI 304/304LBuona, soprattutto per 304L. 304 sensibile alla corrosione integranulare come l’AISI 302;
AISI 309Buona. Sensibile alla corrosione interganulare come l’AISI 302;
AISI 310Buona (> 304 – 304L). Sensibile alla corrosione integranulare come AISI 302;
AISI 316/316LMolto alta, specialmente per il 316L;
AISI 321Buona;
AISI 347Buona;
AISI 416Buona in ambienti mediamente corrosivi (atmosfera, acqua, benzina, alcool, N1-13, alimenti). Non in ambienti altamente corrosivi;
OTTONEBuona, soprattutto se nichelato;
BRONZODiscreta, soprattutto con acqua salata;
HASTELLOYMolto alta anche per alte temperature. Da utilizzare nel range di temperatura 800-1200 ° C;
PLASTICHEBuona, anche per l’erosione. Generalmente vengono attaccate da ossidanti come l’acido nitrico, alogeni, ecc;
PTFEMolto alta, tranne che per lo stato elementare dei metalli alcalini e per i composti contenenti fluoro ad alta temperatura;
ACCIAIO DUPLEXMolto alta, anche con alte temperature;
LEGA DI TITANIOMolto alta in ambiente ossidante. Molto basso con composti contenenti fluoro.