Un nuovo sistema di pulizia per il trattamento di acque nere sugli yacht

PNR Italia progetta una nuova soluzione per la pulizia dei serbatoi per il trattamento di acque nere sugli yacht

Un nuovo sistema di pulizia per il trattamento di acque nere sugli yacht

PNR Italia progetta una nuova soluzione per la pulizia dei serbatoi per il trattamento di acque nere sugli yacht

SCENARIO SETTORIALE
Il trattamento delle acque nere nell’industria navale

La legge italiana prevede che tutte le imbarcazioni da diporto costruite a partire dal 2008 e dotate di servizi igienici debbano avere un serbatoio di contenimento (serbatoio delle acque nere) o un sistema di trattamento delle acque reflue.

Quando si naviga al largo i diportisti hanno l’obbligo di smaltire i liquami trattati chimicamente tassativamente oltre le 3 miglia dalla costa, mentre quelli non trattati oltre le 15 miglia.
La legge prescrive che all’interno di tutti i porti debbano essere installati adeguati impianti, fissi o mobili, per offrire a tutte le navi compresi i pescherecci e le imbarcazioni da diporto, di scaricare i rifiuti prodotti siano essi acque reflue, acque di sentina, oli o rifiuti solidi.

Gli impianti delle navi per il trattamento delle acque nere possono essere di svariate tipologie e dimensionati in base alla grandezza della nave ma in generale impiegano tutti serbatoi e membrane filtranti.
Un’operazione fondamentale è ovviamente la manutenzione degli impianti e la pulizia dei serbatoi.

Gli impianti delle navi per il trattamento delle acque nere possono essere di svariate tipologie e dimensionati in base alla grandezza della nave ma in generale impiegano tutti serbatoi e membrane filtranti.

 

SCARICA IL CASO STUDIO IN FORMATO PDF

IL PROBLEMA

Il cliente che si è rivolto a PNR Italia è un costruttore di impianti per il trattamento delle acque nere sugli yatch di piccole-medie dimensioni.

L’esigenza era quella di individuare un sistema di pulizia efficace, ripetibile e verificabile dei serbatoi del sistema di trattamento delle acque nere. Prima del nostro intervento, la pulizia veniva condotta con sistemi di pulizia manuale e ugelli sprinkler già in dotazione degli yatch.

LA SOLUZIONE

L’ufficio tecnico di PNR Italia ha progettato un sistema di collettori equipaggiato con ugelli e teste di lavaggio per la pulizia dei serbatoi del sistema di trattamento delle acque nere.

Il collettore, a forma di H, ospita alle 4 estremità 4 teste di lavaggio UBC e sul tratto centrale 4 ugelli a cono pieno a spirale E. Lo scopo degli ugelli a spirale è spruzzare con i tensioattivi anche gli angoli più difficili da raggiungere.

SEZIONE DEL SERBATOIO DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE NERE E DETTAGLIO B
COLLETTORE CON UGELLI E TESTE DI LAVAGGIO

SEZIONE AA’
VISIONE IN PIANTA DEL SERBATOIO DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE NERE

I VANTAGGI

Il sistema elaborato da PNR Italia permette di pulire i serbatoi dei sistemi di trattamento delle acque nere in modo ottimale. Il processo è automatizzato, verificabile e ripetibile e non necessita dell’intervento manuale degli operatori.

 

FOCUS SUL PRODOTTO

E
UGELLI A CONO PIENO

Gli ugelli a cono pieno E funzionano secondo il principio della deflessione del getto, deviato da una superficie con profilo a spirale che determina l’angolo di spruzzo desiderato. La loro forma speciale minimizza l’occlusione e produce una copertura spruzzo più ampia di altri ugelli nelle stesse condizioni operative.

Scopri di più sull’ugello E

UBC
TESTE DI LAVAGGIO

Sono costruite completamente in acciaio inox, con l’albero montato su una doppia corona di sfere in acciaio il che ne permette l’impiego in qualsiasi posizione.
La superficie interna e quella esterna sono lavorate di macchina, sbavate e sottoposte ad accurati cicli di finitura superficiale fino al raggiungimento di un valore di rugosità predefinito, studiato per minimizzare il pericolo di contaminazione da crescita batterica.

Scopri di più sulla testa di lavaggio UBC

Hai domande su un prodotto o hai bisogno di una consulenza personalizzata?
Contattaci!

Scrivici